Molatrice rettilinea periferica per l’esecuzione del filo tondo e filo piatto con filetti a seconda del tipo di mole montate. 


Per permettere un’omogeneità di rotazione e l’eliminazione delle vibrazioni, ogni mola viene montata su un mandrino a cui viene trasmesso il moto tramite cinghie dentate collegate al motore. Le regolazioni delle mole sui diversi spessori si ottiene inclinando i gruppi portamola. I trasportatori scorrono su guide di acciaio temperato e rettificato. Per evitare l’usura delle guide viene montato un impianto di lubrificazione automatico centralizzato. Il trasportatore è formato da tasselli, composti da uno speciale materiale, fissati su catene di precisione. Il bloccaggio del vetro avviene tramite sistema pneumatico. Le mole sono raffreddate da getti di liquido a forte pressione che viene rimesso in circolo da una pompa autopescante. Tutte le parti in movimento sono comodamente accessibili in modo da permettere una facile manutenzione.